Il Ponte

Il Ponte

Torna a Le immagini di Tiziana


Ponte.jpg

"Grazie papà e scusa se ho dubitato di te, ora so che tu mi volevi bene e che ora da lassù me ne vuoi ancora. Ti voglio tanto bene, te ne ho sempre voluto tanto.
Michael, non sono io che ho dato la vita a te, sei tu che la stai dando a me. Ti amo figlio mio e ti giuro che non ti deluderò, te lo giuro." (A. Tango, Le mie lucciole )

"Se tuo padre ti rifiuta e ti dice che non vali non significa che sia vero. A rendere la sentenza operativa è il tuo comportamento.
In definitiva Antonio, con il suo comportamento, rende la condanna falsa.
In precedenza aveva fatto in modo che fosse giusta: comportandosi da camaleonte aveva permesso che la condanna, invece che essere smentita, trovasse riscontro fedele nella realtà.
Grazie al suo lavoro Antonio ha sentito di essere un valore: la sentenza di suo padre diventa sbagliata.
Oggi Antonio sente di poter essere un ponte di collegamento tra suo padre e suo figlio.
Si sente in grado di dire non soltanto di aver avuto un padre e di essere stato figlio, ma anche di essere genitore." (A. Aparo commenta lo scritto "Le mie lucciole" di A. Tango.)

Unless otherwise stated, the content of this page is licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License