Autolesionismo
ilcorsetto
Dimensione reale immagine:
Il corsetto

“L'autolesionismo è il bisogno di sentirsi vivi, giocando con la morte. E' mettere le mani sul proprio corpo per mettere le mani sulla vita, passando da una situazione di impotenza a una posizione di onnipotenza. Diventare proprietari del dolore. Si passa così da uno status di oggetto a uno status di soggetto: si diventa protagonisti. E questo, comunque sia, è appagante.” (A. Aparo. Appunti Sparsi.)

bambola

"Nell’immagine di Livia, la persona che genera dolore e quella che lo subisce coincidono: una bambina risponde ad una sensazione di impotenza con una violenza su un oggetto amato, vi si scaglia contro aggredendo se stessa e il proprio sentimento positivo verso l’oggetto.
Quando un individuo si sente impotente, impossibilitato a orientare le proprie energie, compie una violenza su se stesso per essere l’attore protagonista del male che vive." (A. Aparo. Costanti del male)

Unless otherwise stated, the content of this page is licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License